Presentazione

Nell’ampia offerta editoriale della Svizzera italiana non è facile ritagliarsi uno spazio degno di nota. "Confronti" ha sempre cercato di conquistarsi una posizione di rilievo offrendo ai suoi abbonati approfondimenti e temi spesso snobbati dalla "stampa di massa".

Nei suoi primi 8 anni di vita, il "Mensile progressista" ha ricevuto molti apprezzamenti ma anche alcune critiche. A partire dal 2016 "Confronti" si presenta con un nuovo concetto editoriale e una nuova veste grafica.

L’estetica della rivista è stata ripensata in modo da renderla più sobria e più facile da leggere. La nuova impaginazione permette di mantenere pressoché invariato il contenuto nonostante la riduzione del numero di pagine. Manterrà i dossier tematici, che caratterizzano ogni numero, e l’inserto PS.ch con Infovotazioni quattro volte all’anno. Nuove rubriche cercheranno di migliorare l’informazione sulle attività politiche in Ticino delle forze alternative al fronte neoliberista e populista, dando voce all’area progressista, sociale e ambientale che attualmente fatica a farsi sentire.
Con questo nuovo «Confronti» speriamo di soddisfare gli abbonati e di poterne guadagnare di nuovi.

Il Comitato editoriale